Legge sul Copyright

Cos'è il copyright
In breve, il copyright è una forma di protezione intellettuale per le opere originali di un creatore, pubblicate o non pubblicate, che conferiscono loro diritti esclusivi per l'uso e la distribuzione.

Legge sul copyright
La legge sul copyright ha avuto origine nel 1710, come stabilito nello "Statuto di Anna" in Gran Bretagna (Copyright Act 1709 8 Anne c.19). È stato promulgato nel 1709, ma non è entrato in vigore fino al 10 aprile 1710. Attraverso questo atto i diritti dell'autore sono stati protetti.

Ai tempi dello Statuto di Anna, il copyright durava solo quattordici anni, ma al giorno d'oggi la durata della protezione del copyright è di cinquanta-cento anni dopo la morte dell'autore. L'atto è nato perché gli editori hanno approfittato della stampa di copie dell'opera senza remunerare l'autore. L'atto è stato stabilito "per l'incoraggiamento degli uomini istruiti a comporre e scrivere libri utili". Lo statuto di Anna ha permesso agli autori di guadagnarsi da vivere con il loro lavoro. L'atto costituì l'inizio della protezione del copyright, della legge sul copyright.

Il copyright si applica a...
Il copyright si applica a opere creative, artistiche, intellettuali o scientifiche. Di seguito è riportato un elenco di opere a cui si applica il copyright:

  • composizioni musicali
  • registrazioni audio
  • tesi
  • giochi
  • poesie
  • lavori letterari
  • cinema
  • danze
  • dipinti
  • sculture
  • disegni
  • fotografie
  • software
  • web design
  • radio
  • televisione
  • trasmissioni

Le idee non sono coperte dalla legge sul copyright. Questi rientrerebbero nella categoria dei "brevetti". Allo stesso modo, nomi e titoli rientrano nella categoria dei "marchi". Inoltre, il copyright non si può applicare a un lavoro esistente, perché il lavoro deve essere originale. Ad esempio, se crei un nuovo arrangiamento o una nuova orchestrazione su una melodia esistente, l'autore della melodia originale è ancora il detentore del copyright.

La convenzione di Berna
Nel 1886 fu istituita la "Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche" per proteggere ulteriormente artisti, musicisti, fotografi, designer, ecc. Un nuovo principio fondamentale fu stabilito, cioè che il copyright esiste automaticamente dal giorno in cui un lavoro creativo è disponibile in una forma tangibile (ad esempio quando è registrato o scritto). La Convenzione di Berna afferma anche che il creatore di un'opera non ha bisogno di richiedere il copyright o di registrarlo.* Esiste automaticamente una volta che è stato messo in una forma fisica.

*La registrazione per la prova del copyright con Copyright House non ti rende il proprietario del copyright. La registrazione del tuo lavoro su Copyright House ti fornisce una prova di una terza parte indipendente che hai registrato il tuo lavoro creativo in una certa data e ora. Questo timbro data/ora è di vitale importanza. Pertanto sottolineiamo che per la prima volta registri sempre il tuo lavoro e poi lo pubblichi.

La Convenzione di Berna ha anche dichiarato che gli autori di tutti i 174 paesi che hanno aderito alla convenzione devono essere trattati allo stesso modo di quelli nazionali.

Altre convenzioni sul copyright erano: la Convenzione di Buenos Aires tenutasi nel 1910 e la Convenzione universale sul copyright del 1952.

Successivo: Informazioni sul copyright dell'uomo povero - invio dei tuoi lavori a te stesso

Le informazioni su queste pagine non sono una guida completa, ma dovrebbero essere considerate come una panoramica di base per migliorare la comprensione del copyright. Questo non è un consiglio legale e non dovrebbe essere considerato come tale. Alcune informazioni potrebbero non essere applicabili in determinate situazioni.

 

Registrare

Sito Web Unione

Tutti i siti web internazionali di Copyright House sono stati incorporati in CopyrightHouse.org

Utilizziamo i cookie per facilitare la navigazione sul nostro sito Web e per mantenerti connesso al momento della registrazione dei tuoi lavori. Guarda il nostro politica sulla riservatezza.
Accetta i cookie